Chi, s’io gridassi, mi udrebbe mai dalle sfere
degli angeli? E se pure d’un tratto
uno mi stringesse al suo cuore: perirei della sua
più forte esistenza. Poiché del terribile il bello
non è che il principio, che ancora noi sopportiamo,
e lo ammiriamo così, ché quieto disdegna
di annientarci. Ogni angelo è tremendo.


lunedì 6 agosto 2012


Non lo avrei mai voluto incontrare, un personaggio così, irrisorio, impenetrabile, assurdamente non banale, coinvolgente e fragile.
Resta, resta dentro, come se fosse fuoco acceso e rovina le tue giornate, rendendole  migliori.
Gioca a mosca cieca con le tue emozioni e le prende al volo, fa man bassa di ogni tuo sospiro e sai che lo sente.
E ti cammina affianco , senza che tu te ne accorga. Perchè immagini che sia lì, proprio dove vorresti.

Nessun commento:

Posta un commento