Chi, s’io gridassi, mi udrebbe mai dalle sfere
degli angeli? E se pure d’un tratto
uno mi stringesse al suo cuore: perirei della sua
più forte esistenza. Poiché del terribile il bello
non è che il principio, che ancora noi sopportiamo,
e lo ammiriamo così, ché quieto disdegna
di annientarci. Ogni angelo è tremendo.


mercoledì 6 giugno 2012

Se fossimo stati vicini..
avremmo rubato le parole al vento facendole nostre,
 reinterpretandone ogni stato.
Ma io e te, siamo sempre stati equilibristi controvento,
siamo stati fatti così,  in continuo equilibrio precario
Nell'incertezza di una caduta prossima
Se fossimo stati vicini ..
tenendosi per mano,
l'equilibrio si acquista ..oltre la certezza

Nessun commento:

Posta un commento