Chi, s’io gridassi, mi udrebbe mai dalle sfere
degli angeli? E se pure d’un tratto
uno mi stringesse al suo cuore: perirei della sua
più forte esistenza. Poiché del terribile il bello
non è che il principio, che ancora noi sopportiamo,
e lo ammiriamo così, ché quieto disdegna
di annientarci. Ogni angelo è tremendo.


martedì 31 luglio 2012

Sono quella che ti ha sorriso e non ti ha mai detto troppe cose.
Quella che ti è stata vicina, senza mai fartelo capire. Sono quella che ha gli occhi grandi ed i pensieri sommersi.
Sono quella che ti dice "aspetta, a dopo", quella che non saprai mai davvero chi è, perchè spezzerai prima il mutismo degli attimi.
Sono quella che scrive e si dimentica la borsa a casa ogni volta. Quella che il cellulare lo tiene , nella maggior parte dei casi, in un angolo sconosciuto della casa. Sono quella che ti ha detto che ti voleva bene e quella che ha riso con te.
Sono quella che non capirai mai.

Nessun commento:

Posta un commento