Chi, s’io gridassi, mi udrebbe mai dalle sfere
degli angeli? E se pure d’un tratto
uno mi stringesse al suo cuore: perirei della sua
più forte esistenza. Poiché del terribile il bello
non è che il principio, che ancora noi sopportiamo,
e lo ammiriamo così, ché quieto disdegna
di annientarci. Ogni angelo è tremendo.


martedì 10 aprile 2012

Perchè mi guardi? Non  riesco a dimostrare l'affetto.E' questa la mia natura e non riesco a cambiarla perchè mi fa stare male, mi provoca disagio. Non posso essere come mi si vorrebbe. Non posso, perchè non sono così, ed il cercare di cambiarmi è un andare contro natura per me. Non sono una persona che sa essere presente, non so esserlo per  me, come posso esserlo per te? Non so curare certi rapporti. Vivo i miei istanti di vuoto che spesso diventano Ere geologiche. Non sono un essere assiduo, costante, abitudinario. L'incostanza mi cammina a braccetto. Non mi permette di frequentare le stesse persone, di incontrarle spesso perchè mi dà noia. Tanto da  dare l'impressione di essere una persona noncurante, menefreghista. Addirittura senza rispetto per quelle persone che mi cercano sempre e si preoccupano per me chiamandomi per sapere come sto. Vengo rimproverata sentendomi dire che non mi si vede in giro mai  -Hai mai provato ad uscire in diversi orari del giorno? Idiota!-... -Hai provato a frequentare posti diversi da quelli in cui ti ritrovi spesso?-. Come se l'importanza del mondo poi, dipendesse dal vedermi o meno ! Mi sono sentita dire di essere un'asociale. -Sono un essere sociale..molto! Ma le amicizie me le scelgo io e decido io con chi essere sociale!-
Sono diventata selettiva, in tutto!  Mi creo un ordine, una scala gerarchica d'importanza in cui solo poche persone sono presenti. Nella mia mente non esistono programmi ma faccio quello che mi va quando mi va. Se ho fame, mangio. Se ho sonno, dormo.  Se voglio uscire, esco. E credo che pochi avrebbero voglia di starmi dietro. Come d'altronde ne ho io di stare dietro loro. Nella mia testa non ci sono abitudini , la strada migliore è quella che va dalla parte opposta delle abitudini. Non sono quel tipo di persona che stila un foglio di buoni propositi ogni inizio anno. Se lo facessi, non ne porterei nemmeno uno a termine. Il fatto d'impormi qualcosa mi fa soffocare, come se perdessi la mia libertà.
Quanti difetti!?!?!?!? Ma chi se ne frega!!

Nessun commento:

Posta un commento